20/11/2017
FAQ al 19 settembre 2012
Avviso Pubblico n. 1 del 25 luglio 2012

In questa sezione e' possibile consultare un archivio, sempre aggiornato, delle FAQ ovvero delle Domande piu' Frequenti che vengono poste dagli utenti in merito alla registrazione e alla compilazione delle diverse fasi del sistema e all'Avviso.
QUESITO
IL DOCUMENTO D’IDENTITA’ DELL’ATTESTAZIONE DEL COSTO SALARIALE DOVE VA CARICATO A SISTEMA? ES. SE QUANDO VIENE SCARICATO DAL SISTEMA IL FILE PDF È COMPOSTO DA 4 PAGINE A QUESTE, PRIMA CHE IL FILE VENGA FIRMATO DIGITALMENTE, VA AGGIUNTA LA PAGINA CON LA SCANSIONE DEL DOCUMENTO D’IDENTITÀ. L’INTERO FILE, ORA COMPOSTO DA 5 PAGINE DEVE ESSERE FIRMATO DIGITALMENTE E CARICATO A SISTEMA SENZA CHE SIA MODIFICATO IL NOME E/O L’ESTENSIONE.

RISPOSTA:
IL DOCUMENTO D’IDENTITA’ DEVE ESSERE CARICATO A SISTEMA COME ULTERIORE PAGINA DEL FILE PDF DELL’ATTESTAZIONE DEL COSTO SALARIALE PRIMA CHE VENGA FIRMATO DIGITALMENTE.
QUESITO
3)A pagina 11-12 dell'Avviso del 25/07/2012, art. 8, comma 6, lettera b), viene richiesta la ricevuta telematica dell'avvenuta comunicazione obbligatoria (CO)… con l'indicazione che l'assunzione è stata effettuata in linea con quanto previsto dalle modalità riportate nel presente avviso pubblico (appositamente prevista nel modello Unilav). A quale indicazione si fa riferimento da inserire nel modello Unilav? L'unica indicazione che ho trovato sembrerebbe essere WTOW (welfare to work), ma tale indicazione è incompatibile ad esempio con l'assunzione del medesimo dipendente effettuata ai sensi della L. 407/90 (indicazione del codice n. 59 sul modello unilav) in quanto il medesimo dipendente assunto a tempo indeterminato non potrebbe contemporaneamente beneficiare anche dello sgravio contributivo totale riconosciuto dall'Inps.

RISPOSTA:
si richiede la sola trasmissione dell’avvenuta comunicazione obbligatoria.
QUESITO
4)A pagina 12 dell'Avviso del 25/07/2012, art. 8, comma 6, lettera c), viene richiesta la certificazione bancaria attestante l'effettiva negoziazione del bonifico delle spettanze stipendiali. Il dipendente deve essere per forza pagato esclusivamente con bonifico bancario, o è ammesso anche il pagamento tramite assegno non trasferibile?

RISPOSTA:
Al fine di giustificare il costo salariale effettivamente sostenuto oggetto dell’agevolazione, è necessaria la seguente documentazione: • per i pagamenti effettuati in data precedente alla data di presentazione dell’istanza: fotocopia dell’assegno bancario debitamente compilato in tutte le sue parti (luogo e data di emissione, beneficiario, firma del titolare del c/c), con la clausola di non trasferibilità e fotocopia dell’estratto conto bancario attestante l’addebito e quietanza a firma del dipendente; oppure fotocopia dell’assegno circolare emesso e fotocopia dell’estratto conto bancario attestante l’addebito quietanza a firma del dipendente; oppure fotocopia della contabile bancaria prodotta dall’Istituto di Credito per i pagamenti effettuati con bonifico, fotocopia dell’estratto conto bancario attestante l’addebito. • per i pagamenti effettuati in data successiva alla data di presentazione dell’istanza: fotocopia della contabile bancaria prodotta dall’Istituto di Credito per i pagamenti effettuati con bonifico, fotocopia dell’estratto conto bancario attestante l’addebito; oppure certificazione bancaria attestante l’effettiva negoziazione del bonifico delle spettanze stipendiali erogate a favore dei lavoratori destinatari della concessione per il periodo a partire dalla data di assunzione alla data di scadenza periodica dell’attestazione di spesa. • Non sono ammessi pagamenti in contanti in ossequio al Vademecum per l’attuazione del POR FSE 2007/2013 dell’Autorità di Gestione del FSE
QUESITO
5)A pagina 12 dell'Avviso del 25/07/2012, art. 8, comma 6, lettera f), viene richiesta la copia F24 mensile da cassetto fiscale con estremi della quietanza da parte dell'istituto di credito per contributi Inail. Non è quindi necessario inviare le quietanze relative ai contributi Inps?

RISPOSTA:
E’ necessario allegare anche copia F24 mensile da cassetto fiscale con estremi della quietanza da parte del’istituto di credito per contributi Inail.
QUESITO
6)Un datore di lavoro privato che opera nel settore autotrasporto può presentare istanza per il riconoscimento di questo credito d'imposta per le nuove assunzioni di cui all'avviso pubblico n. del 25/07/2012?

RISPOSTA:
Si
QUESITO
7)Chiedo chiarimenti sulla modalità di presentazione della documentazione. Articolo 6: - al comma 3: "Gli interessati potranno avvalersi di specifica procedura informatica - quale unica modalità per la presentazione dell'istanza e relativa documentazione... - al comma 8: "L'istanza [....] andrà presentata tramite posta elettronica certificata (PEC), al dipartimento [....] e dovrà riportare nell'oggetto la seguente dicitura: Istanza n.____Avviso pubblico [....] - al comma 9: Tutta la documentazione [....] dovrà essere trasmessa tramite la procedura on line raggiungibile da apposito link [....] Si devono usare 2 canali online e PEC e dunque inviare 2 volte?

RISPOSTA:
La domanda va compilata e confermata con apposita procedura informatica, la trasmissione della sola dell’istanza istanza incentivi avviene via Pec. Si faccia riferimento all’art 6 dell’avviso pubblico. La procedura informatica è raggiungibile tramite il seguente link: http://creditoimposta.atfsesicilia.com
QUESITO
8)Si può beneficiare del credito d'imposta nel caso di trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato ?

RISPOSTA:
Sono oggetto di incentivo solo le assunzioni a tempo indeterminato, intervenute nel periodo 14/5/2011-1/6/2012, anche di lavoratori precedentemente assunti a tempo determinato, purché gli stessi siano in possesso del requisito soggettivo di svantaggio.
QUESITO
9) Buongiorno, in merito all'avviso pubblico in oggetto si pongono i seguenti quesiti: - art. 3 p.7: l'impegno a non licenziare da parte del datore di lavoro per 2/3 anni deve risultare da qualche documento rilasciato al dipendente?

RISPOSTA:
Il datore di lavoro dovrà dichiarare di essere consapevole che le assunzioni devono essere mantenute per almeno tre anni ovvero per due anni per le PMI, pena la decadenza dal beneficio e la restituzione alla Regione Siciliana di quanto già percepito.
QUESITO
10) - art. 8 p.4: la polizza fideiussoria vincolante in caso di ammissione al finanziamento dovrà essere obbligatoria?

RISPOSTA:
I datori di lavoro ammessi a beneficio dovranno trasmettere al Dipartimento Regionale del Lavoro, dell’impiego, dell’orientamento, dei servizi e delle attività formative una polizza fideiussoria vincolata per il periodo a partire dalla data di pubblicazione del decreto di concessione del beneficio e per un periodo minimo di due anni nel caso delle piccole e medie imprese, e tre anni per le rimanenti imprese.
QUESITO
11) - art. 8 p.6b: i modelli Unilav dei lavoratori interessati al credito devono riportare un codice specifico che attesti che l'assunzione è stata effettuata in linea con quanto previsto dall'avviso? o è sufficiente che l'assunzione risulti a tempo indeterminato?

RISPOSTA:
Si chiede di trasmettere solo l’avvenuta comunicazione obbligatoria.
QUESITO
12) in caso di azienda costituita nel 2011, ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato costituisce incremento della base occupazionale ? in quanto nei 12 mesi precedenti l'assunzione non vi era alcun lavoratore in forza, poichè l'azienda non era stata costituita.

RISPOSTA:
Per i soggetti che assumono la qualifica di datori di lavoro a decorrere dal mese successivo a quello dell'entrata in vigore del DECRETO-LEGGE 13 maggio 2011 , n. 70, ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato costituisce incremento della base occupazionale.
QUESITO
13) Possono presentare istanza le associazioni tra professionisti o i singoli professionisti?

RISPOSTA:
L’avviso non prevede alcuna esclusione per le categorie professionali indicate
QUESITO
14) un professionista (titolare dello studio omonimo) che ha assunto il fratello come lavoratore dipendente può accedere ai benefici della L.106/2011 o è necessario che non cia siano vincoli di parentela/affinità tra datore e lavoratore?

RISPOSTA:
L'avviso non prevede limitazioni in tal senso, in presenza degli elementi tipici della subordinazione.
QUESITO
15) E’ necessario indicare il CUP sulla documentazione amministrativa e contabile?

RISPOSTA:
Si, il CUP dovrà essere indicato su tutti i documenti amministrativi e contabili relativi all’operazione. I codici CIP (codice identificativo progetto) e CUP ( codice unico progetto) verranno attribuiti in sede di ammissione al beneficio e comunicati tramite PEC dall’Ufficio competente
QUESITO
16) Per il calcolo dell'incremento occupazionale, da che data bisogna partire, come si calcola la media occupazionale ?

RISPOSTA:
Fare riferimento al prospetto per il calcolo dell’incremento occupazionale che è possibile scaricare da questo link.
QUESITO
18) A pagina 11 dell'Avviso del 25/07/2012, art. 8, comma 4, lettera b), viene chiesta in caso di autorizzazione del credito d'imposta, una polizza fideiussoria vincolata. Sarete direttamente Voi a fornire un modello di polizza fideiussoria da utilizzare?

RISPOSTA:
Sarà fornito un format secondo il modello previsto dal Vademecum approvato con Determinazione dell’Autorità di Gestione approvato con DDG n. 2870 del 23/06/2011 e successive modificazioni, disponibile sul sito http://www.sicilia-fse.it nella sezione Normativa Regionale.
QUESITO
20) Ai fini dell’incremento occupazionale si deve tenere conto dell’unità intera o basta un aumento decimale o centesimale ?

RISPOSTA:
Non è necessario raggiungere l’ unità intera purchè ci sia un aumento occupazionale.
QUESITO
21)Per i lavoratori oggetto del credito d’imposta, in relazione a periodi pregressi alla presentazione dell’istanza nel calcolo del costo salariale tra le voci di retribuzione lorda prima delle imposte da inserire si possono considerare le prestazioni rese in regime di straordinario o le maggiorazioni per lavoro festivo e i premi produttività riconosciuti individualmente al lavoratore?

RISPOSTA:
No non possono essere inseriti elementi retributivi non corrisposti a carattere continuativo in relazione alle mansioni svolte all’inquadramento contrattuale e agli eventuali elementi retributivi individuali riconosciuti con carattere di continuità. Va al proposito ricordato che nel costo salariale va ricompresa la retribuzione che comprende diversi elementi e cioè: a)La paga base: in genere prevista dai contratti di lavoro per un determinato tipo di qualifica. b) L'anzianità: serve ad adeguare la retribuzione all'anzianità di servizio del lavoratore. c) Altri elementi (superminimi individuali, mensilità aggiuntive,...): dipendono dai vari contratti collettivi o anche dalla contrattazione individuale. d) Indennità di fonte legale o contrattuale che a vario titolo il lavoratore percepisce con carattere di continuità (es. indennità di rischio, indennità di cassa odi maneggio danaro, lavoro a turni, lavori disagiati ecc.).
QUESITO
22) L’art. 3 punto 6 lettera a) dell’avviso 1/2012 indica quale soggetto svantaggiato anche i soggetti che pur avendo avuto un rapporto di lavoro nei sei mesi precedenti al lavoro abbiano mantenuto lo status di lavoratore disoccupato (vedi riferimento al richiamo 3). Si chiede pertanto se un lavoratore con un rapporto di lavoro (co.co.pro) nei sei mesi precedenti della durata di 4 mesi ma con un reddito inferiore agli 8.000 in caso di assunzione successiva possa essere destinatario del credito d’imposta.

RISPOSTA:
Come indicato nell’avviso, tali lavoratori, se hanno mantenuto lo status di disoccupazione, rientrano tra i soggetti beneficiari dell’intervento.
QUESITO
23) Nel calcolo della media U.L.A. ai sensi dell’art. 2 punto 13 del regolamento devono essere considerate le frazioni di U.L.A del lavoro a tempo parziale e del lavoro stagionale. In quest’ultimo caso quale lavoratore va inteso come stagionale?

RISPOSTA:
Trattasi dei lavoratori che lavorano presso le imprese definite stagionali ai sensi del DPR 7 ottobre 1963 n. 1525.
QUESITO
24) E’ necessario pagare l’imposta di bollo da parte di una Onlus per la presentazione dell’istanza per il credito d’imposta?

RISPOSTA:
Le Onlus, ai sensi dell’art. 17 del dlgs n. 460/97, sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo, pertanto indicare nel campo della procedura informatica “ imposta di bollo esente”
QUESITO
25) Ai fini del presente avviso, per un’azienda del settore autotrasporto è possibile presentare istanza per il credito d’imposta?

RISPOSTA:
L’avviso fa riferimento al Regolamento CE n. 800/2008 che si applica agli aiuti a tutti i settori economici ad eccezione dei seguenti : a) Aiuti a favore di attività nei settori della pesca e dell’acquacoltura, di cui al Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio, fatta eccezione per gli aiuti alla formazione, gli aiuti sotto forma di capitale a rischio, gli aiuti alla ricerca, sviluppo e innovazione e gli aiuti a favore di lavoratori svantaggiati e disabili; b) Aiuti a favore di attività connesse alla produzione primaria di prodotti agricoli, ad eccezione degli aiuti alla formazione, degli aiuti sotto forma di capitale di rischio, degli aiuti alla ricerca e allo sviluppo, degli aiuti per la tutela dell’ambiente e degli aiuti in favore dei lavoratori svantaggiati e disabili, purchè queste categorie di aiuto non rientrino nel campo di applicazione del regolamento (CE) n. 1857/2006 della Commissione c) Gli aiuti a favore di attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli nei casi seguenti: ì) se l’importo dell’aiuto è fissato sulla base del prezzo della quantità di tali prodotti acquistati da produttori primari o immessi sul mercato dalle imprese in questione o ìì) se l’aiuto è subordinato al fatto di venire parzialmente o interamente trasferito a produttori primari; d) Gli aiuti a favore di attività del settore dell’industria carboniera, fatta eccezione per gli aiuti alla formazione, gli aiuti alla ricerca, sviluppo e innovazione e gli aiuti per la tutela dell’ambiente; e) Gli aiuti regionali a favore di attività del settore dell’industria siderurgica; f) Gli aiuti regionali a favore di attività del settore della costruzione navale; g) Gli aiuti regionali a favore di attività del settore delle fibre sintetiche.
QUESITO
26) l'azienda che ha superato il limite del “de minimis” nell’ultimo triennio può richiedere il credito d’imposta per nuova occupazione ai sensi del dl 70 del 2011?

RISPOSTA:
Il credito d'imposta per l'assunzione di lavoratori svantaggiati, come si evince dal disposto normativo (art. 2 DL 70/2011), dal decreto interiministeriale e dallo stesso avviso pubblicato dalla Regione Siciliana, viene concesso ai sensi del Regolamento 800/2008. Pertanto se le imprese richiedenti hanno eventualmente beneficiato di altri aiuti in de minimis - per gli stessi costi salariali- ciò può incidere ai fini del calcolo del cumulo per accertare il rispetto delle intensità di aiuto previste dal Reg. 800/2008.
QUESITO
27) Vorrei sapere se devo allegare durc e certificato camerale subito all'atto dell'invio della istanza o successivamente. Inoltre senza sottoscrizione della procura da parte della ditta al momento dell'invio della domanda, (la stipuleranno successivamente) posso appore la firma digitale io in tutti e tre i moduli ossia asseveramento, istanza e concessione beneficio?

RISPOSTA:
La data di sottoscrizione della procura non può essere successiva alla data di presentazione dell'istanza tramite pec. Durc e certificato camerale non sono richiesti.
QUESITO
28) come faccio a confermare l'istanza?

RISPOSTA:
dopo aver compilato tutti i dati: step 1) menù funzioni -> spedisci -> controllo verifica correttezza formale del documento (per controllare se tutti i dati sono stati inseriti). Step 2) se l'esito è positivo-> conferma (sulla stessa pagina) -> invia il progetto(appare un messaggio: Complimenti, il progetto è stato correttamente inviato.) Step 3) menù funzioni -> stampa-> pulsante sfoglia per caricare a sistema:Istanza, Scheda Tecnica Richiesta Concessione Beneficio, Scheda Tecnica di Asseveramento firmate digitalmente. N.B. Infine dovrà essere effettuato l'invio per posta elettronica certificata della sola Istanza, alla casella di posta:creditoimposta.pec@certmail.regione.sicilia.it con oggetto della mail:[Numero della domanda] - [Ragione sociale]
QUESITO
29) Alla domanda vanno allegati DURC, C.C.I.A, Attestazione P.IVA e Procura? ?

RISPOSTA:
DURC, C.C.I.A, Attestazione P.IVA non vanno allegati. La procura va allegata in caso di integrale presentazione dell'istanza da parte di un terzo.
QUESITO
30) • Nel caso in cui l'istanza di ammissione ai benefici relativi al credito d'imposta - avviso Pubblico n.1 del 25 Luglio 2012- supera l'importo di 154.937,06 euro, il certificato antimafia deve essere già in possesso dell'azienda richiedente all'atto dell'invio della domanda o può essere richiesto successivamente? Se il certificato antimafia viene richiesto successivamente è possibile allegare il certificato all'istanza precedentemente inviata?

RISPOSTA:
Nel caso in cui l'istanza di ammissione ai benefici relativi al credito d'imposta supera l'importo di 154.937,06 euro, il certificato antimafia viene richiesto d’ufficio dall’amministrazione procedente alla Prefettura competente
QUESITO
31) Il datore di lavoro è un professionista, regolarmente iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, ma al momento del controllo formale e convalida dell'istanza il sistema mi richiede la sede ed il n. di iscrizione al Registro delle Imprese. Come procedere?

RISPOSTA:
Inserire nel campo la dicitura N.D.
QUESITO
32) Quali sono le modalità per allegare la procura che mi ha rilasciato la Ditta?

RISPOSTA:
La procura va allegata in caso di integrale presentazione dell'istanza da parte di un terzo sulla procedura on-line
QUESITO
33) nella sezione sede legale va inserire la pec del datore di lavoro?

RISPOSTA:
Si
QUESITO
34)in caso di integrale presentazione dell'istanza da parte di un terzo sulla procedura on-line, va bene allegare una delega del rappresentante legale che conferisce i poteri di presentare domanda per conto del datore di lavoro?

RISPOSTA:
No, non basta una delega è necessaria una procura speciale oppure una scrittura privata autenticata da cui di evince il mandato ad operare in nome e per conto del datore di lavoro relativamente alle seguenti attività : assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi per la presentazione dell'istanza per la concessione dei contributi di cui all'Avviso Pubblico n. 1 del 25 luglio 2012; presentazione telematica di tutta la documentazione da allegare, debitamente sottoscritta con firma digitale, la conservazione di tutta la documentazione presso la sede del proprio studio; Eleggere domicilio speciale, per tutti gli atti e le comunicazioni inerenti il procedimento amministrativo, presso l'indirizzo di posta elettronica del soggetto che provvede alla trasmissione telematica, a cui viene conferita la facoltà di eseguire eventuali rettifiche di errori formali inerenti la modulistica elettronica.
QUESITO
35) Alla domanda, dobbiamo allegare anche il documento di riconoscimento dei lavoratori, oltre a quello del legale rappresentante?

RISPOSTA:
L'avviso non lo richiede.
QUESITO
36) avendo la ns. societa' assunto un dipendente in data 30/03/2010 con contratto a tempo determinato, trasformato in data 31/01/2011 a tempo indeterminato, si chiede se è possibile presentare la domanda a decorrere dalla data di trasformazione?

RISPOSTA:
Non e' ammissibile la richiesta di beneficio, in quanto la trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato deve essere avvenuta nel periodo indicato dall'avviso.
QUESITO
37) La trasferta può essere inserita nella retribuzione lorda ai fini della determinazione del costo salariale?

RISPOSTA:
La trasferta può essere ricompresa negli elementi retributivi quando è corrisposta a carattere continuativo e solo per la parte imponibile (la quota eccedente la franchigia esente)
QUESITO
38) Come calcolare l’ammontare del credito d’imposta nel caso in cui l’ impresa ha già eventualmente fruito per lo stesso lavoratore degli sgravi contributivi ai sensi dell’ art. 8 comma 9 della legge n. 407/90?

RISPOSTA:
L' ammontare del credito d’imposta nel caso in cui l’ impresa ha già usufruito di uno sgravio contributivo ai sensi dell‘ art. 8, comma 9 della legge n. 407/90, deve garantire il rispetto del massimale previsto dai regolamenti comunitari. Necessariamente, quindi, lo sgravio già fruito si deve sottrarre dall’ importo massimo del credito d’imposta concedibile. Un calcolo diverso altererebbe il rispetto del massimale stabilito ( 50% dei costi salariali ). Al fine di aiutare la comprensione si riporta un esempio. Poniamo che un’impresa del settore Commercio chieda il contributo per un lavoratore molto svantaggiato.Il CCNL prevede un retribuzione annua di importo pari a €. 15.078,00 per 14 mensilità. L’ impresa, per lo stesso lavoratore ha anche beneficiato degli sgravi contributivi previsti dalla legge n. 407/90, per un importo pari a €.4.369,00 calcolato su un’aliquota contributiva pari al 28,98% a carico dell’ azienda. L’impresa chiede alla Regione una compensazione solo per i costi effettivamente sostenuti,calcolata, quindi sul 50% di €. 15.078,00 e pari a €.7.539,00. Se noi, invece, dovessimo calcolare l’intensità massima di aiuto concedibile, dovremmo andare a sottrarre dal 50% del costo lordo, l’importo che l’impresa ha già ricevuto come sgravio contributivo, pari a €.4.369,60. In realtà, però il costo lordo del lavoratore sul quale andare a calcolare il 50% non è più di €. 15.078,00, ma diventa €. 19.446,60 aggiungendo alla retribuzione prevista dal CCNL per un lavoratore la quota previdenziale a carico dell’ azienda. Pertanto la compensazione a cui l’impresa avrebbe diritto è pari a €. 9.723,80. A questo importo va sottratto quello di cui l’impresa ha già usufruito pari a €. 4.369,60, per cui l’importo, che può essere concesso è pari a €. 5.354,20 per ogni annualità a cui l’impresa ha diritto.